alpe Devero - ALESSANDRO DOSELLA | Avventura

Vai ai contenuti


Escursione all'alpe Devero - (Baceno) V E R B A N O - C U S I O - O S S O L A

Oggi mi trovo in compagnia del mio amico Elia Pisu  (qui il suo canale   ) e il nostro cammino parte da una piccola località sotto il comune di Baceno. Un piccolo borgo posto a circa 1634 metri di altezza; località ai ponti in provincia di Verbania.
Posizionato nella Valle Devero, Baceno, costituisce una punto di fondamentale importanza della Grande Traversata delle Alpi (GTA) .
[ località ai Ponti ]
Arrivare in macchina alla località non può definirsi scomodo poiché la strada è in ottime condizioni ma ricca di tornanti.
Il passaggio delle vetture fortunatamente è agevolato da una strada abbastanza larga e, dopo ogni tornante, la carreggiata ospita numerosi spazi predisposti a far passare le eventuali altre auto che si incontrano in direzione opposta.
Infine, la località abbonda di parcheggi; i più lontani dal centro abitato sono liberi da ogni vincolo di pagamento mentre i più vicini sono regolati da sbarre (tipo caselli autostradali automatici). Preparatevi ad un parcheggio giornaliero di circa 10 euro.
Lasciata la vettura nei pressi delle prime abitazioni dirigetevi verso la chiesetta salendo la strada principale per poi arrivare al primo importante bivio che costituisce il nucleo della frazione ai Ponti.
Dirigetevi a destra e subito poco dopo troverete la prima indicazione per il sentiero H98 .
Da questo punto il sentiero si sviluppa all’interno di uno splendido bosco di conifere e prati di rododendri che vi accompagnerà fino al lago di Dévero o Codelago situato a 1856 m s.l.m..

[ inizio del sentiero H98 apenna fuori dalla frazione Ai Ponti]
Il percorso siglato H98 è la Via dell’Arbola, che passando da Corte d’Ardui giunge a Crampiolo. Nel caratteristico villaggio di Crampiolo sono presenti posti di ristoro e rifugi con posti letto. Superato il villaggio in pietra si riprende il cammino verso destra lungo il sentiero che conduce alla diga del lago.
[ Crampiolo 1767 mt.]
[rododendri]
[bosco di conifere]
Dietro la chiesa di Crampiolo parte la trattorabile che sale molto ripida alla diga del lago di Devero e si continua sempre lungo la pista a mezza costa costeggiando il lago. Si supera prima il Rio della Valle quindi il Rio della Satta e si raggiunge un breve ma ripidissimo tratto lastricato che sale alla baita dello Spygher.
Da qui la pista sale ripida e piuttosto dissestata ma in breve si raggiunge l’Alpe Canaleccio dove prosegue a pendenza moderata e a tratti pianeggiante nella cosiddetta Valle delle Marmotte. Arrivati in fondo alla valletta si intravede il Lago di Pianboglio: qui la pista ricomincia a salire molto ripida e con alcuni stretti tornanti. Con un ultimo tratto a mezzacosta si raggiunge finalmente l’alpe Forno in uno scenario mozzafiato per l’ampiezza dei pascoli. Per tutto l’itinerario si segue la pista trattorabile che serve l’alpeggio: siamo nella zona di produzione del formaggio Bettelmatt.
[ Alpe Forno Inferiore 2223 mt.]
Procediamo rimanendo alti passando accanto a splendidi laghetti poi si passa accanto all'Alpe La Satta e con un lungo traverso arriviamo ad un ponticello nei pressi dell'Alpe della Valle. Qui breve consulto e scendiamo verso il Devero su sentiero alquanto sconnesso.
Dati tecnici
Guarda il video integrale sul canale   di Elia Pisu
DISLIVELLO: +1136 mt. circa
DISTANZA: 21 km circa
DURATA: 7 h 30 min. in maniera moderata.
DIFFICOLTA’ ESCURSIONE: L' escursione del Grande Est in Devero è adatta a buoni camminatori, il dislivello non è eccessivo e l'escursione non presenta difficoltà, tuttavia occorre un minimo di allenamento in quanto lo sviluppo totale è di oltre 20 Km. Si percorrono pascoli e alpeggi, passando sul versante est del parco del Devero ad una quota di circa 2000 mt. Chiamata anche la via del formaggio è l’escursione più classica del Devero.

©alessandro dosella 2021
Torna ai contenuti